Mal di schiena, una nuova tecnica chirurgica mininvasiva per la degenerazione dei dischi


Il Dott. Roberto Bassani spiega le cause del mal di schiena comunemente chiamato anche "colpo della strega", facendo presente che già a partire dai 30 anni è del tutto normale che la degenerazione dei dischi vertebrali inizi, è quindi importante adottare un corretto stile di vita per prevenire e cercare di evitare un intervento chirurgico in età più avanzata. In caso di necessità le moderne tecniche chirurgiche mininvasive della colonna oggi consentono un recupero molto veloce. Intervista su Mattino Cinque News del 27/10/2022,

GUARDA L'INTERVISTA



Se volete leggere il contenuto dell'intervista del 27/10/2022, eccovi la trascrizione.

Eccovi la trascrizione dell'intervista al Prof. Roberto Bassani, Chirurgo Vertebrale a Milano, direttore Chirurgia Vertebrale 2° Ospedale Galeazzi Sant'Ambrogio Centro di Eccellenza per la Chirurgia Vertebrale, che ha messo a punto una nuovissima tecnica chirurgica mininvasiva per la chirurgia della colonna vertebrale.

Federica Panicucci

Parliamo con lei di mal di schiena, una patologia molto diffusa, il colpo della strega è la prima causa di assenza dal lavoro. Tra i 40 e i 50 anni un italiano su due lo prova almeno una volta all’anno.


Roberto Bassani

Contrariamente a quanto si creda in realtà è molto molto comune, anche in età giovanile, non risparmia proprio nessuno.


Federica Panicucci

Lei, professore, è reduce da un importante congresso internazionale dove ha presentato degli studi molto importanti “Gli effetti a lungo termine della tecnica mininvasiva" per l'operazione chirurgica ai dischi vertebrali degenerati, tecnica tra l’altro di sua invenzione, di cosa si tratta?


Roberto Bassani

In realtà sono alcuni anni che noi la abbiamo fatta, quest’anno a Milano abbiamo presentato, in sede del Congresso Eurospine che è il più importante congresso europeo di Chirurgia Vertebrale, i dati di questi ultimi anni.

È un intervento che consente di intervenire in quei casi di mal di schiena cronico, ovvero che è resistente a qualsiasi tipo di terapia; tenga presente che solo in meno del 10% dei casi bisogna ricorrere alla chirurgia per il mal di schiena…

Mentre i giovani hanno frequentemente questi episodi di blocco della schiena, ovvero il problema acuto, più frequentemente dopo i 50 anni si hanno quelle forme croniche recidive, dovute fondamentalmente ad uno stile di vita inadeguato.


Federica Panicucci

Quindi insomma, lo diciamo sempre, la salute passa per lo stile di vita, ma vediamo e spieghi lei professore..


Roberto Bassani

Volevo solo spiegare che in realtà è fisiologico avere il disco che si asciuga e che degenera, è normale come per tutte le nostre strutture, dai 30 anni questo succede normalmente.

Semplicemente il disco si abbassa, i dischi sono una specie di cuscinetti ammortizzatori che hanno una “cintura” che ha un gel ammortizzatore all’interno. Quando questo degenera può appunto causare dolore, quindi questo richiede uno sforzo maggiore della nostra muscolatura pertanto se non siamo in forma o se siamo in sovrappeso spesso viene il mal di schiena; quindi 9 volte su 10 basta davvero questo.


In realtà quando tutto questo non funziona oggi grazie alla chirurgia, che ha fatto passi avanti da gigante prevalentemente per quello che riguarda la tecnica, abbiamo la possibilità di fare degli interventi mininvasivi. Può sembrare paradossale ma per operare la schiena non passiamo da dietro ma dal davanti, con una piccola incisione dell’ombelico che ci consente di fare un intervento che ha dei tempi di recupero molto, molto rapidi.